ACUSTICA BARONE - LOGO
Per un test dell'udito gratuito chiamate il +39 081 7332186 
o il +39 338 5667478

Servizi

Test dell’udito gratuito a Cercola

Grazie alla convenzione stipulata con l’Asl, presso il centro Acustica Barone di Cercola, in provincia di Napoli, per gli aventi diritto è possibile usufruire di agevolazioni per l’acquisto degli ausili per l’udito necessari. In questo modo, dopo un test per l’udito gratuito, potrete acquistare protesi acustiche usufruendo della convenzione dedicata a chi abbia ottenuto il riconoscimento del proprio disturbo da parte di una apposita commissione o anche i minori che necessitino di intervento tempestivo.
signore anziano durante un esame impedenzometrico

L’esame impedenzometrico

Tramite l’esame impedenzometrico è possibile ricavare alcune prime informazioni sullo stato di salute dell’orecchio, controllando l’elasticità del timpano e degli ossicini responsabili dell’udito. Indolore e non invasivo, l’esame permette di rilevare eventuali disturbi dell’udito e la loro natura.

Le visite audiometriche

L’audiometria tonale per via aerea è uno dei test principali da effettuare per diagnosticare un deficit uditivo. Il paziente, al quale vengono fatti ascoltare dei suoni tramite cuffie, comunica al medico quali riesce a percepire, per comprendere fino a quale volume e a quale intensità riesce a udire. Nel caso in cui siano rilevati disturbi, un esame successivo da eseguire è l’audiometria tonale per via ossea, nel quale, tramite uno strumento apposito, lo specialista analizza l’orecchio interno. 
Infine, l’audiometria vocale per via aerea è utile a capire se il paziente, nell'udire alcune parole, riesce a colmare automaticamente le lacune uditive e a comprendere il parlato.

La scelta delle protesi

Dopo aver effettuato tutti i test necessari, il medico può concordare con il paziente la scelta delle protesi acustiche più adatte alle sue specifiche esigenze, in modo da colmare nel modo più rapido ed efficace il suo deficit uditivo. Una volta applicate le protesi sarà necessario un periodo riabilitativo durante il quale il paziente dovrà rieducare e abituare l’orecchio e il cervello alla percezione dei suoni, e durante il quale il medico adatterà sempre di più le protesi alle specifiche esigenze d’ascolto del paziente.
due persone che indicano un apparecchio per l'udito

L’adattamento delle protesi

Per rispondere al meglio ai bisogni uditivi del paziente e colmare al massimo le sue carenze di ascolto, il medico effettuerà visite periodiche dopo l’applicazione delle protesi acustiche e si occuperà del loro adattamento alle esigenze del paziente. Tramite strumenti specifici, utili a rilevare con precisione il deficit uditivo del paziente e a ottimizzare la messa a punto delle protesi, e attraverso moderni software con i quali è possibile regolare le protesi di volta in volta, il medico può adattare in maniera altamente personalizzata gli apparecchi acustici in base ai bisogni specifici del paziente.

L’orecchio elettronico

Per la regolazione e l’adattamento delle protesi acustiche è possibile servirsi dell’orecchio elettronico, strumento utile a valutare il livello di amplificazione delle protesi stesse. Tramite l’orecchio elettronico si inviano al paziente alcuni stimoli uditivi tramite l’altoparlante dello strumento e si registrano i segnali acquisiti quantificando, così, le prestazioni delle protesi acustiche direttamente nell'apparato uditivo del paziente.

Chiamate al numero +39 081 7332186 o al +39 338 5667478 per prenotare la vostra visita audiometrica gratuita

Share by: